0331-792411 clienti@mondored.it

Una nuova ed ennesima novità pare sia stata introdotta da Google in questo periodo ricco di cambiamenti. Dopo l’arrivo di importanti funzioni all’interno della scheda di Google My Business dedicata alle attività commerciali è il turno della nuova ricerca hotel, altro aggiornamento destinato a semplificare la vita di milioni di utenti. Andiamo a scoprire cos’è Google Hotel Finder e le novità introdotte sia lato mobile che versione desktop.

Google Hotel Finder

Già da diverso tempo sono stati introdotti i cosiddetti “meta motori”, molto utilizzati dagli utenti per la loro capacità di ottimizzare il tempo impiegato per effettuare una determinata ricerca online. I meta motori, infatti, sono delle interfacce grafiche che svolgono la funzione di ricercare un determinato argomento su diversi motori di ricerca contemporaneamente, fornendo all’utente un risultato ancora più soddisfacente. Come al solito, il successo di queste interfacce è riscontrabile nella loro capacità di migliorare la User Experience. Per esempio, i meta motori dedicati al turismo permettono di digitare la destinazione desiderata ed il periodo scelto per partire e, dopo aver effettuato la ricerca, mostrano i dati con riferimento a diversi portali turistici presentando in questo modo un’ampia e migliore possibilità di scelta.

Google, ovviamente, ha pensato bene di proporre all’utente la sua interfaccia “hotel finder“. La nuova funzione dedicata alla ricerca hotel non rappresenta una novità assoluta, data l’implementazione avvenuta ad inizio anno. La novità è che Hotel Finder ora è disponibile anche da desktop. Ora che “Big G” ha deciso di ampliarla anche agli utenti desktop la nuova funzionalità è giunta al banco di prova definitivo. Le novità principali riguardano il restyling e la riorganizzazione complessiva dell’interfaccia grafica.

La visione degli alberghi è più organizzata ed intuitiva, permettendo all’utente di trovare molto più facilmente le strutture desiderate come un vero e proprio portale di intermediazione. La possibilità di filtrare i risultati permette agli utenti di visualizzare ciò che desiderano più rapidamente. Come funziona? Basta effettuare una ricerca su Google con all’interno una parola come “hotel” o “alberghi” e cliccare sulle schede di Google My Business posizionate subito dopo i risultati a pagamento. In seguito vi troverete sulla schermata di Google Hotel Finder.

Prezzi e recensioni

Sono state realizzate pagine dedicate per prezzi, recensioni (provenienti anche da booking e tripadvisor), fotografie e dati sulla struttura. Tutte le informazioni sugli hotel vengono mostrate nell’interfaccia principale e la pagina dedicata ai prezzi è ora un vero e proprio comparatore. Ma come accedervi? Sono molteplici i modi con cui è possibile utilizzare la nuova ricerca hotel, ma solitamente i passaggi sono i seguenti: ricerca Google con la combinazione di hotel più città di destinazione, scorrimento nei risultati fino al raggiungimento della sezione local e click su “visualizza risultati”.

Una volta cliccato comparirà la lista completa degli alberghi disponibili e, per la gioia degli utenti, sarà possibile affinare la ricerca in base al prezzo, date, luogo, giudizi degli ospiti e servizi. Lato mobile, invece, le ricerche rientrano automaticamente nella sezione “Viaggi” con le sotto-categorie “Voli”, “Esplora” ed “I tuoi viaggi”. Insomma, che Google non sia più solamente un motore di ricerca è ormai cosa nota da tempo, ma le ultime modifiche lo rendono un vero e proprio competitor di colossi quali Trivago, Expedia e tutti gli altri meta motori dedicati alla ricerca hotel. Queste modifiche, come ovvio che sia, sono tutte incentrate per migliorare la User Experience, il vero scopo finale dell’azienda statunitense.

Come apparire su Hotel Finder

Come detto, Google Hotel Finder permette ai viaggiatori di prenotare direttamente sul motore di ricerca offrendo la possibilità di filtrare in base alle recensioni e confrontando i prezzi grazie agli annunci di Google Hotel Ads. Questi annunci infatti, mostrano all’utente le opzioni di prenotazione hotel e permettono alla struttura ricettiva di monitorare tutto il processo di prenotazione. Anche il funzionamento di Google Hotel Ads si basa sul Pay per Click, ossia il click dell’utente sull’annuncio corrisponde ad un costo per l’inserzionista. Di sicuro, per la tipologia di business sin questione, le campagne sponsorizzate possono produrre un ritorno dall’investimento anche piuttosto importante. Come detto, anche altri meta motori iniziano a prendere il passo sulle agenzie di viaggio online. Una di queste è Redhotels, che dispone di un sistema di funzionamento molto simile a tutti gli altri portali come Trivago, Kayak e cosi via.