0331-792411 clienti@mondored.it

Le chat anonime sono delle funzionalità che non tutte le applicazioni sono in grado di offrire, nonostante siano molto utili per chi desidera inviare messaggi senza lasciare alcuna traccia. L’applicazione più famosa che permette questo genere di funzione è, senza ombra di dubbio, Telegram. Nata come antagonista di Whatsapp, Telegram mostra però alcune funzionalità differenti. Vediamo le altre applicazioni, oltre Telegram, che offrono questa ed altre funzionalità aggiuntive.

Chat anonime

Esistono alcune app per Android che permettono di inviare messaggi all’interno di chat anonime. Se fino a poco tempo fa tutto questo poteva sembrare surreale, oggi non lo è più. Senza ombra di dubbio le applicazioni di messaggistica istantanea più famose ed utilizzate dai giovani e non solo, restano ancora oggi Whatsapp e Facebook Messenger. Detto questo, nonostante i repentini e costanti aggiornamenti, entrambe non offrono ancora la possibilità di inviare messaggi in modalità totalmente anonima. Inoltre, è ormai risaputo come queste applicazioni abbiamo una falla nel sistema della privacy, nonostante l’inserimento da ormai diverso tempo della crittografia end to end. Con queste “nuove” chat, la privacy è finalmente salvaguardata. Conosciamole meglio, analizzandone pregi e difetti.

LEGGI ANCHE: App Google Maps, integrato servizio di messaggistica aziendale.

Telegram

Quando parliamo di chat anonime ci viene subito in mente Telegram. Nata nel 2013, l’applicazione è caratterizzata dalla presenza di un software libero. E’ disponibile sia nella versione standard che nella versione X. La funzione più particolare e che la differenzia rispetto alle altre app di messaggistica istantanea consiste nella presenza di un vero e proprio timer per la scadenza dei messaggi nelle chat segrete. Quando il countdown arriva a zero, il messaggio risulta totalmente sparito, proprio come se non fosse mai stato realmente inviato. Ma anche questa app possiede un difetto: la chat non può essere sincronizzata tra più dispositivi, ma si può solo visualizzare dal dispositivo dal quale è stata avviata. Le chat anonime, per il momento, non funzionano nelle versioni web e su Desktop.

Dontalk

Sicuramente meno conosciuta è l’applicazione Dontalk. Quest’ultima offre la possibilità agli utenti che la utilizzano di poter richiamare il messaggio inviato per sbaglio, prima che l’interlocutore lo visualizzi. L’autodistruzione del messaggio avviene senza lasciare alcuna notifica, differentemente da ciò che avviene su Whatsapp, ad esempio. Tutto ciò è possibile tramite i cosiddetti Pop, che sono dei testi particolari che, per poter essere inviati, è necessario toccare il nome dell’utente presente nella chat di gruppo. L’app di Dontalk è scaricabile direttamente su Google Play, come una normalissima applicazione del tutto gratuita.

Wickr

Infine, vogliamo annoverare anche Wickr, altro sistema innovativo per interagire con altre persone mantenendo un totale anonimato. Con Wickr è possibile controllare il tempo di visualizzazione di tutti i messaggi, inviati attraverso una particolare crittografia. Non c’è nessun tipo di server intermediario che possa gestire il mittente ed il destinatario, per avere una maggiore sicurezza nei messaggi inviati. Da considerare, in questo ambito, anche l’opzione che si chiama Secure File Shredder. Di cosa si tratta? Questa funzionalità permette di cancellare i file indesiderati che abbiamo eliminato dal dispositivo, in modo che non ci sia più la minima traccia. Abbiamo visto una serie di applicazioni molto utili per riuscire a mantenere un totale anonimato nella conversazione. Questi sistemi sono in continua crescita grazie allo sviluppo costante delle tecnologie che permettono soluzioni utili e innovative.