0331-792411 clienti@mondored.it

Google cavalca l’onda dei contenuti multimediali che hanno fatto impazzire i millennials e la generazione Z e lancia YouTube Shorts.

YouTube Shorts è la nuova trovata del colosso Google per assecondare la tendenza che in questo momento impazza nel web. Già precedentemente, vi abbiamo parlato di come Tik Tok abbia rivoluzionato il mondo dei social networks, conquistando gli utenti più giovani con i suoi brevi video musicali.

I contenuti di Tik Tok consistono infatti in brevi video, della durata variabile tra i 15 e i 60 secondi: balletti, parodie musicali e lip-sync sulle canzoni più famose. Questo social in pochissimo tempo ha totalizzato la registrazione di 500 milioni di utenti al mese in tutto il mondo. Il pubblico è piuttosto eterogeneo, ma il dato interessante è che il 41% degli utenti totali è composto da ragazzi tra i 16 ed i 24 anni.

L’idea di Google è, appunto, quella di proporre lo stesso format vincente per la piattaforma di YouTube.

Video brevi, di circa 15 secondi, andranno ad integrarsi ai contenuti standard proposti come da consuetudine su YouTube.

Come funzionerà YouTube Shorts?

Le funzionalità di YouTube Shorts sono state pensate per renderlo adatto ad artisti e creatori di contenuti.

Tramite l’app dedicata a YouTube Shorts sarà possibile inserire brevi video accompagnati da musica. Questa potrà essere scelta all’interno del database di tutti i brani disponibili su YouTube.

Si potrà anche regolare la velocità dei videoclip a proprio piacimento. E, grazie alla presenza di un timer, la registrazione video sarà più semplice.

Inoltre, una videocamera multi-segmento permetterà di realizzare un contenuto finale composto da più videoclip.

Tutto questo con lo scopo di favorire la creatività degli utenti e di permettere, quindi, la creazione di contenuti originali.

Il vantaggio di YouTube Shorts è senza dubbio l’alto numero di persone che compone l’audience della piattaforma. Si stima siano circa 2 miliardi gli spettatori attivi mensilmente su YouTube.

Attualmente questa novità Google è in fase sperimentale sul mercato indiano e si prevede venga diffusa nel resto del mondo nel 2021.


Il nostro consiglio è quello di mantenere sempre attiva la vostra curiosità e di tenervi aggiornati sulle novità della comunicazione digitale. L’introduzione di nuovi social networks può, infatti, cambiare le carte in tavola nel modo di fare digital marketing.

Se siete interessati ad una consulenza per comprendere quali canali social siano più adatti alla vostra azienda, contattateci cliccando qui!