0331-792411 clienti@mondored.it

I KPI nel Digital Marketing, acronimo di Key Performance Indicator, sono gli indicatori di performance che le imprese prendono in esame al fine di monitorare e misurare i risultati delle attività svolte. Selezionare le metriche più adatte e coerenti con il tuo business ti aiuterà a comprendere se la strategia digitale adottata è davvero efficiente come pensavi.

Indicatori di performance

Gli indicatori di performance nel Digital Marketing sono ovviamente tantissimi e vengono selezionati in base alla digital strategy che un manager ha deciso di percorrere per raggiungere determinati obiettivi di business. Per questo motivo, definire a priori quali possono essere gli indicatori di performance da monitorare è molto complicato, oltre che pressoché inutile. La questione da chiarire, più che altro, è l’estrema utilità rappresentata dai KPI Marketing. Infatti, riuscire a selezionare le giuste digital metrics durante la fase iniziale che occorre percorrere prima di attuare la strategia scelta, è il segreto per analizzare e comparare i risultati ottenuti. Un validissimo ed indispensabile alleato per monitorare i dati qualitativi e quantitativi è, ovviamente, Google analytics. La piattaforma resa disponibile dal motore di ricerca più frequentato al mondo permette di analizzare qualsiasi tipologia di dato presente su un sito web.

KPI nel Digital Marketing

Come detto in precedenza, per scegliere i valori da monitorare molto dipenderà dal tipo di obiettivo prefissato dall’impresa. Partendo da concetti globali, i principali KPi da tenere sotto controllo sono i seguenti:

  • Revenue: ovviamente, un indicatore di performance molto utilizzato corrisponde alle entrate generate attraverso la strategia di Digital Marketing adottata.
  • ROAS (Return On Advertising Spend): altro fattore molto importante è il ritorno economico proveniente dalle spese sostenute con le campagne di advertising, in particolare con Google Ads e Social Ads.

Molte attività, come le web agency, hanno l’obiettivo principale di generare contatti potenzialmente interessati al prodotto/servizio offerto, la cosiddetta Lead Generation. In questo caso, l’indicatore da tenere in forte monitoraggio è il CPL, ossia il costo sostenuto per ogni lead/prospect generato. Come abbiamo visto dagli esempi mostrati in precedenza, i KPI possono risultare determinanti al fine di ottimizzare la propria strategia digitale, in modo da aumentare i risultati ed il business in questione.