0331-792411 clienti@mondored.it
L’emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19 ha provocato anche rilevanti disagi nella gestione delle Google My Business, strumenti fondamentali per tutte le attività locali. Vediamo più nel dettaglio le funzionalità limitate e come affrontare questo periodo di emergenza.

Google My Business

Innanzitutto cerchiamo di chiarire il concetto di Google My Business e la sua estrema importanza per tutte le imprese che operano in un contesto prettamente locale. Questo strumento, messo a disposizione dal colosso di Mountain View, permette alle imprese locali di agevolare notevolmente il processo di interazione con gli utenti alla ricerca di un determinato prodotto/servizio nella loro zona. Infatti, tramite questa vetrina digitale visibile direttamente su Google, sarà possibile interagire facilmente con un’attività tramite dei semplici clic mirati ad effettuare determinate azioni (chiamata diretta, richiesta di indicazioni stradali e sito web aziendale). Inoltre, ed è questo l’aspetto più interessante, tramite strumenti e competenze specifiche nell’ambito della Local SEO sarà possibile migliorare il posizionamento della My Business sulla base di ricerche geolocalizzate, ossia su combinazioni specifiche tra keywords generiche e località di interesse.

Emergenza covid-19

Dopo questa doverosa premessa, andiamo ad analizzare cosa è cambiato durante la diffusione del covid-19. In virtù del notevole aumento di ricerche da parte degli utenti finalizzate a scoprire quali sono le attività aperte in questo periodo, Google ha deciso di verificare quali imprese locali non aggiornano le informazioni inerenti alla propria attività durante il periodo di emergenza sanitaria. Al fine di migliorare l’esperienza d’uso del servizio e, quindi, anche l’esperienza di navigazione degli utenti, Google ha quindi deciso di dare ancora più importanza alle informazioni inserite all’interno della Google My Business. L’obiettivo è di evitare la diffusione di informazioni false per cercare di dare più visibilità e priorità alle aziende che sono rimaste aperte e che tutt’ora sono a disposizione dei clienti anche durante l’emergenza dovuta alla diffusione del covid-19.

Come comportarsi quindi in questo periodo? Innanzitutto è opportuno verificare se la scheda relativa alla propria attività commerciale è stata segnalata da Google come “chiusa definitivamente” o “temporaneamente”. In entrambi i casi comunque, la Google My Business perderà il ranking acquisito tramite strategie di Local SEO e riacquisterà il suo posizionamento solo nel momento in cui il proprietario della scheda andrà a riaprire la My Business tramite l’accesso al pannello di controllo. Sarà possibile, inoltre, modificare gli orari di apertura nel caso in cui l’azienda abbia previsto cambiamenti rilevanti durante l’emergenza sanitaria. E’ altamente consigliato informare gli utenti su tutte le precauzione previste dall’azienda in questo periodo e su tutte le attività sospese o ancora in regolare corso di svolgimento.

Per fare questo sarà sufficiente pubblicare post di aggiornamento in modo da condividere tutte le informazioni che possano essere importanti e rilevanti per gli utenti ed i potenziali clienti. In sostanza, con queste misure appena adottate il motore di ricerca intende accertarsi che i proprietari delle Google My Business si stiano preoccupando di informare adeguatamente gli utenti che navigano su Google, in modo da fornire informazioni corrette e precise soprattutto in questo periodo di profonda incertezza. E tu? Hai aggiornato la tua Google My Business?