0331-792411 clienti@mondored.it

Il 2019 è ormai alle porte, quindi è bene prepararsi a quelle che saranno le tendenze del nuovo anno nel mondo del digital marketing. Tra le tante novità in cantiere, la visual search, la voice search e l’utilizzo sempre maggiore di chatbot ed intelligenza artificiale svolgeranno un ruolo fondamentale. Andiamo a scoprire nel dettaglio di cosa si tratta e come potranno influenzare l’universo sempre più evoluto del web marketing.

Web Marketing nel 2019

Una delle prime tendenze del 2019 per il digital marketing riguarda la voice search, cioè le ricerche vocali. Si tratta di un importantissima evoluzione: da ora in poi chi si occupa di SEO e gli sviluppatori di siti web dovranno concentrarsi anche sulle query vocali, non solo scritte. Come fare? Difficile dirlo, ma i primi rumors consigliano di basarsi su un linguaggio semplice, frasi brevi ed elenchi puntati, ma si tratta ancora di un argomento talmente nuovo che sbilanciarsi è alquanto complicato.

LEGGI ANCHE: Remarketing, cos’è e come applicare la strategia migliore

Dopo la voice search, una delle tendenze principali del 2019 per il digital marketing potrebbe essere anche la visual search, cioè sostituire la ricerca scritta con un’immagine. È possibile farlo anche oggi tramite la ricerca per immagini di Google, ma in questo caso si tratta di foto scattate sul momento e riconosciute immediatamente dal motore di ricerca. Non è, quindi, una novità assoluta, ma qualcosa che merita comunque di essere monitorata con il nuovo anno per comprenderne al meglio le potenzialità nel campo del content marketing.

Chatbot

Un altro argomento che potrebbe diventare di tendenza nel 2019 è quello dell’intelligenza artificiale e dei chatbot. Applicare una tecnologia simile al web marketing non è facile, ma potrebbe rivelarsi estremamente utile per automatizzare processi solitamente lunghi e ripetitivi. Programmi per creare chatbot ne esistono già diversi, ma lo scetticismo regna ancora incontrastato tra gli specialisti del settore. Il 2019 potrebbe essere l’anno buono?

Ultimo trend, ma non in ordine di importanza, riguarda la velocità dei siti web, requisito ormai fondamentale per non incorrere in penalizzazioni difficili da recuperare. Per rendere il tutto sempre più immediato “Big G” consiglia, con il nuovo anno, di togliere il superfluo per dare agli utenti solo quello che vogliono, e non solo dal punto di vista della scrittura. Tutto in previsione dell’avvento del 5G, che velocizzerà in maniera considerevole le ricerche da mobile.