0331-792411 clienti@mondored.it

Sempre più diffusa è la tendenza di effettuare, attraverso gli smartphone, una ricerca vocale su Google al posto del classico inserimento testuale di una parola chiave nella buca di ricerca. Un sistema utile in tutte le occasioni in cui le nostre mani non riescono ad essere operative. Ma come questo incide con i risultati di ricerca? Negli ultimi anni abbiamo effettuato ricerche con le parole chiavi che consideravamo appropriate ma soprattutto efficienti per il risultato che stavano cercando.Ma con la Voice Search ci rivolgiamo al nostro smartphone come se parlassimo ad un assistente, indicando non una keyword “secca ed “essenziale” ma con una frase vera. Facciamo un piccolo esempio. Se sono alla ricerca di un ristorante a Roma scriverei su Google “Ristoranti Roma” o “Ristoranti a Roma”. Questo per scrivere un numero di parole utile e sufficiente per Google. Ma con la ricerca vocale questa ricerca potrebbe assumere molte sfaccettature. Ad esempio la richiesta potrebbe diventare: Cerca un ristorante a Roma, Cerca un ristorante con parcheggio in zona, Cerca un ristorante economico in zona. Cosa notiamo? Che la geolocalizzazione dello smartphone ha un ruolo fondamentale. Ma i risultati della SERP di Google (ossia l’elenco dei risultati) saranno uguali?

Provate ad effettuare la ricerca e la risposta vi stupirà.

Sono diverse vero? Questo indica che l’attività di SEO dovrà essere svolta in maniera sempre più diversa per andare incontro alla tendenza di utilizzo della Voice Search. Le ricerche vocali sono tendenzialmente più lunghe rispetto a quelle testuali. Saranno delle vedere domande, ad esempio: “quanto costa cambiare la caldaia” sostituirà la ricerca “caldaia prezzi”. Tutto questo incide su come vanno strutturati i contenuti del sito web.

Il tuo sito è pronto per la ricerca vocale? Scoprilo contattandoci.