0331-792411 clienti@mondored.it

All’interno di un mondo sempre più “social” è diventato indispensabile sapere come aumentare followers su Instagram con o senza advertising. Si tratta di una pratica ormai diffusissima, sia tra le aziende che tra i privati, ma per riuscirci bisogna necessariamente avere a disposizione un budget da investire? Vediamo qualche indicazione utile per incrementare il bacino di utenza del proprio account Instagram.

Come aumentare followers su Instagram

Come fanno le aziende ad aumentare il numero di followers? Nel caso di Instagram è fondamentale puntare sulle immagini adatte, sia in termini grafici che di inerenza, ma anche su un tema cromatico gradevole da applicare alle foto. Questo procedimento richiede una pianificazione dettagliata dei contenuti da pubblicare: l’account deve distinguersi dalla massa e dai competitor, per cui utilizzare le tecniche giuste può rappresentare quella marcia in più in grado di incrementare la visibilità online.

LEGGI ANCHE Instagram, pronta la nuova app dedicata agli acquisti

Giocano un ruolo importante anche il linguaggio adottato, le didascalie, i tag e, soprattutto, gli hashtag. Il linguaggio dev’essere adattato agli utenti con cui ci si confronta: può essere improntato su uno stile amichevole o tecnico, ma l’importante è che fornisca informazioni utili e messaggi accattivanti. Per quanto riguarda le didascalie, invece, solitamente quelle più brevi sono preferite, ma non esiste una regola univoca. È bene, prima di tutto, fare dei test in base al target di riferimento per capire quali tipologie di post risultano essere più coinvolgenti.

Hashtag

Gli hashtag hanno una valenza fondamentale per la visibilità di un post. Sono delle etichette che facilitano la ricerca di un contenuto o tema specifico da parte degli utenti, rappresentando dei veri e propri aggregatori tematici. Usando quelli giusti la copertura ne gioverebbe, in quanto l’utilizzo di un determinato hashtag permette al contenuto di entrare in un archivio dettagliato, con tutti i benefici che ne conseguono. È buona regola selezionare tra 10 e 15 hashtag per ogni singolo post, e differenziarli nella maniera più congeniale possibile. Un altro elemento fondamentale è la costanza nella pubblicazione: postare con frequenza regolare è importante per mantenere una certa visibilità e risultare affidabili e autorevoli agli occhi dei potenziali clienti, aumentando anche la percentuale di engagement.